Luigi D’Elia e Francesco Niccolini / INTI – IL GIARDINO DELLE MAGIE

domenica 11 novembre 2018, ore 16

Luigi D’Elia e Francesco Niccolini / INTI 

IL GIARDINO DELLE MAGIE

Spettacolo per ragazzi.
In un grande giardino pieno di alberi e fiori, un vecchio sta infornando il pane. È sporco di farina e sorride. Si chiama André. Accanto a lui c’è Nicolas, il suo piccolo vicino di casa.
André vive con Dorine. Si amano e vivono insieme da una vita. A casa di Nicolas invece la felicità è volata via e il giardino di André è il suo rifugio. Perché l’orto di André nasconde meraviglie, perché il silenzio è pieno di vento e porta i ricordi di una lunga storia d’amore, perché anche se Dorine è molto malata, in quel giardino regna la pace e André è un mago che conosce mille trucchi per far tornare il sorriso.

 

INTI è la terra delle storie in viaggio, un passaggio verso un’altra versione del mondo, dove lo sguardo sulle donne, sugli uomini, le storie, gli elementi più sottili e impercettibili della natura è ancora meravigliato e innamorato. INTI propone racconti teatrali, esperienze in natura, ricerche d’arte, laboratori, eventi site-specific e feste legate ai valori più profondi del paesaggio e della memoria dei luoghi, delle relazioni e della conoscenza dell’essere umano e della sua evoluzione interiore.
Oltre i progetti di valorizzazione del patrimonio INTI ospita una Scuola d’Arte Naturale per ragazzi e adulti dedicata all’incontro d’amore tra le mani e gli elementi naturali e porta in viaggio quattro narrazioni premiate tra i migliori lavori del teatro ragazzi italiano degli ultimi anni, firmate da Luigi D’elia e Francesco Niccolini.
INTI è un progetto d’arte e di paesaggio di Luigi D’Elia.

Luigi D’Elia. E’ narratore, costruttore di scene ed educatore ambientale. Conduce una ricerca originale tra le più interessanti in Italia sul racconto della natura, per i ragazzi e gli adulti. Ha vinto il Premio Eolo, il principale riconoscimento italiano per la ricerca nel teatro ragazzi, e per due volte il Festival Festebà di Ferrara. Con il libro Aspettando il vento, pubblicato da Becco Giallo, è stato finalista al Premio Andersen di Letteratura per l’Infanzia. Ha raccontato in Italia, Svizzera, Spagna, Cile, in italiano e in spagnolo. Ha all’attivo, insieme a Francesco Niccolini, cinque spettacoli: Storia d’amore e alberi, tratto da L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono, le storie originali La Grande Foresta e Aspettando il vento, Il Giardino delle magie, ispirato alla storia d’amore di André Gorz e Dorine Kahn e Cammelli a Barbiana, un racconto su Don Lorenzo Milani e la sua scuola. I suoi racconti hanno superato le 400 repliche.
Ha fatto nascere dai suoi spettacoli il progetto di forestazione partecipata Un Bosco in Paradiso. Lavora da oltre quindici anni in progetti con bambini, ragazzi e maestre. E’ promotore e coordinatore a Brindisi di un Tavolo docenti sui diversi linguaggi per l’educazione ambientale. Insieme alla cooperativa AMANI anima le attività del Consiglio Comunale dei Ragazzi della sua città. E’ stato tra i soci fondatori della Cooperativa Thalassia con la quale ha animato la ricerca culturale e ambientale della Riserva di Torre Guaceto e della Residenza teatrale di Mesagne.

Francesco NiccoliniAttraverso il suo lavoro di drammaturgo, vigila sul malessere dell’umanità. Lavora con Luigi D’Elia dal 2009 quando senza contributi, senza un teatro e senza nemmeno volerlo, hanno fatto il loro primo spettacolo, Storia d’amore e alberi. Da lì hanno scoperto un modo di fare teatro e libri per l’infanzia e i giovani che li lega nel loro rapporto verso l’arte e verso la terra: La Grande Foresta, Aspettando il vento, Il giardino delle Magie, Cammelli a Barbiana sono il frutto di questa intesa silenziosa e serena. Oltre al lavoro con Luigi D’Elia, Francesco Niccolini scrive senza fissa dimora per vari artisti del teatro italiano, dalle narrazioni (Marco Paolini, da Vajont a ITIS Galileo, Roberto Anglisani, Pierpaolo Piludu), agli adattamenti dei grandi romanzi (Alessio Boni, I duellanti), all’opera rock (Musica ribelle) e al teatro danza (Corrispondenze). Predilige i registi giovani: Roberto Aldorasi, Emanuele Gamba, Tonio De Nitto. Ama scrivere (e spesso interpretare) documentari per la radio e la televisione, sia in Italia che in Svizzera. Scrive sceneggiature di libri a fumetti e libri per l’infanzia.

https://www.facebook.com/INTItales/

 

Data

11 novembre 2018

Ora

16:00 - 19:00

Luogo

Casa del Teatro
Via Oberdan, 9/a, 48018 Faenza RA
Teatro Due Mondi

Organizzatore

Teatro Due Mondi
Telefono
0546 622999
Email
info@teatroduemondi.it