Projets

Projets

LA TEMPESTA

racconto a più voci sulle migrazioni fra teatro, danza, poesia

progetto vincitore del Bando MigrArti-MiBACT 2018 – III edizione

Il Teatro Due Mondi (Faenza) capofila del progetto, assieme a LABORATORIO 53 Onlus (Roma) e FARSI PROSSIMO (Faenza), ha vinto il Bando MigrArti – MiBACT 2018, con LA TEMPESTA, racconto a più voci sulle migrazioni fra teatro, danza, musica e poesia.
LA TEMPESTA vuole raccontare il viaggio e i sogni che lo accompagnano, la tragedia di tanti e la poesia che si cela nell’altro.
Il progetto promuove la creazione di uno spettacolo multidisciplinare che coinvolge giovani immigrati residenti in Italia – in parte giovani di seconda generazione – che attraverso un percorso di laboratorio artistico, affiancati da attori, danzatori e artisti professionisti, daranno vita a una azione teatrale ispirata a LA TEMPESTA di Shakespeare. Si lavorerà attorno al tema del viaggio e del naufragio, un sintetico racconto sulla realtà della migrazione, l’incontro di culture, la convivenza. Lo spettacolo sarà il risultato del LABORATORIO DI TEATRO PARTECIPATO (l’esperienza di SENZA CONFINI è nata nel 2011) condotto a Faenza ogni giovedì da Alberto Grilli – regista del Teatro Due Mondi- e del laboratorio condotto a Roma da Fernando Battista, coreografo, danzamovimentoterapeuta e parte di LABORATORIO 53 (Onlus che si occupa di rifugiati e richiedenti asilo, all’interno del quale cura il progetto ANIME MIGRANTI, laboratorio tra persone migranti ed adolescenti/studenti) e conduttore di gruppi di danzamovimentoterapia partecipata a Roma. Ai due percorsi partecipano giovani e meno giovani, attori e non-attori, persone senza precedenti esperienze artistiche riunite in gruppi eterogenei (distinti per diverse appartenenze sociali, etniche, linguistiche, generazionali).

Senza confini a Ravenna

laboratorio permanente di teatro partecipato per attori e non-attori condotto dal Teatro Due Mondi

Senza Confini inizierà martedì 9 gennaio 2018 e terminerà a giugno 2018 . Gli incontri si terranno ogni martedì dalle 20.00 alle 22.00 presso la Palestra di Via Landoni 2 (Borgo S.Biagio). Per ogni informazione più dettagliata: tel. 0544 591876 (Casa delle Culture)

Attori e non attori creiamo insieme la possibilità di esprimere la nostra identità, le nostre visioni, i nostri sogni SENZA CONFINI. Un’occasione di incontro, di comunicazione e di scambio profondamente umano.

Senza Confini è il modo in cui il teatro può concretamente e direttamente contribuire alla costruzione di una comunità solidale e aperta, dove si può superare la semplificazione mediatica che tutto riduce ad una questione di italiani e stranieri. E’ uno spazio di incontro umano diretto e autentico, di conoscenza, di scambio e condivisione. Con il linguaggio dei corpi, con le voci, con i volti, con il canto, con la danza, con le storie……con il teatro. Questo progetto è dedicato ed aperto a tutti/e coloro che vogliono mettersi in gioco per osare e superare i propri confini, andando incontro all’umanità e al mondo, senza maschere o barriere. L’arte e il teatro sono uno strumento straordinario per aprire e aprirsi all’altro. Il progetto è aperto a tutti/e, senza limiti di età e non ci sono costi di nessun genere.

Projets européens

2017/2018 – IMEG KA2

Innovatives und multiperspektivisches Methodentool für eine multikulturelle europäsiche Gesellschaft

Aprile 2017 con proseguimento nel 2018 – KA2 PARTENARIATO STRATEGICO ERASMUS+ 

Volkshochschule, Vaterstetten (D), Teatro Due Mondi, Faenza (I), Wiener VHS, Vienna (A), Università Palermo-Dipartimento di Scienze psicologiche, pedagogiche e della formazione, Palermo (I), Evangelische Hochschule Freiburg, Friburgo (D).

Nel contesto delle politiche rivolte all’inclusione di Profughi e di gruppi marginali è necessario formare e migliorare il personale impegnato nei progetti di accoglienza. L’Europa ha bisogno di riflettere sui processi di integrazione perché è evidente che la eterogeneità culturale, etnica e religiosa rischia di essere causa di conflitti. IMEG vuole sviluppare un nuovo metodo rivolto a formatori e operatori che offra soluzioni in campo pedagogico/psicologico. Le diverse modalità di lavoro proposte dai Partners partecipanti a IMEG vengono messe in contatto, confrontate e modificate in rapporto ai differenti gruppi di destinatari e ampliate con nuovi spunti metodologici. I partecipanti dei tre paesi lavorano insieme su metodi innovativi e multidisciplinari per una società Europea Multiculturale. Il Teatro Due Mondi ha portato a questo confronto l’esperienza del laboratorio “SENZA CONFINI”.

2015 –  TEACHING INCLUSIVE THEATRE

training assignment abroad for the improvement of inclusive teaching method

  • COLONIA (D), Inklusion durch Theater, Sommerblut Festival der Multipolarkultur Blasphemische TheaterAKTION Gegen Den Geldgott.
  • PORTO (PO), Ter ou não Ter Inclusao atraves do teatro, Fimp Festival Internacional, AÇÃO Ter Ou Não Ter.
  • LISBONA (PO), Inclusao atraves do teatro, Associazione SOU, AÇÃO blasfema contra o deus dinheiro.
  • LYON (F), Le Mas en scène, Association ETRE OU AVOIR?, Action blasfematoire contre le dieu argent.

Nel contesto delle politiche rivolte all’inclusione di Profughi e di gruppi marginali è necessario formare e migliorare il personale impegnato nei progetti di accoglienza. L’Europa ha bisogno di riflettere sui processi di integrazione perché è evidente che la eterogeneità culturale, etnica e religiosa rischia di essere causa di conflitti. IMEG vuole sviluppare un nuovo metodo rivolto a formatori e operatori che offra soluzioni in campo pedagogico/psicologico. Le diverse modalità di lavoro proposte dai Partners partecipanti a IMEG vengono messe in contatto, confrontate e modificate in rapporto ai differenti gruppi di destinatari e ampliate con nuovi spunti metodologici. I partecipanti dei tre paesi lavorano insieme su metodi innovativi e multidisciplinari per una società Europea Multiculturale. Il Teatro Due Mondi ha portato a questo confronto l’esperienza del laboratorio “SENZA CONFINI”.

2014 – GIVING VOICE

Atelier Grundtvig – Le Théâtre comme outil pour l’alphabétisation linguistique

Le projet INCONTRI a été créé dans le cadre du programme européen Jeunesse en Action qui prévoit aussi la participation de partenaires provenant de pays non-européens. INCONTRI a été inventé par le Teatro Due Mondi en collaboration avec Flavio Kactuz, professeur et chercheur à l’Université de Cinéma PUC de Rio de Janeiro, pour offrir la possibilité d’un parcours de formation artistique à des jeunes provenant de contextes sociaux défavorisés. Après plusieurs étapes de travail au Brésil, en Bolivie, en France, au Portugal et en Italie, un grand nombre de participants de tous ces pays est venu à Faenza pour réaliser ensemble la phase finale du projet.

2013/2014 – INCONTRI

Théâtre et Cinéma comme parcours relationnel entre les jeunes

Le projet INCONTRI a été créé dans le cadre du programme européen Jeunesse en Action qui prévoit aussi la participation de partenaires provenant de pays non-européens. INCONTRI a été inventé par le Teatro Due Mondi en collaboration avec Flavio Kactuz, professeur et chercheur à l’Université de Cinéma PUC de Rio de Janeiro, pour offrir la possibilité d’un parcours de formation artistique à des jeunes provenant de contextes sociaux défavorisés. Après plusieurs étapes de travail au Brésil, en Bolivie, en France, au Portugal et en Italie, un grand nombre de participants de tous ces pays est venu à Faenza pour réaliser ensemble la phase finale du projet.

2012 – AL-MASRAH

Pendant plusieurs semaines de séjour en Palestine, le metteur en scène du Teatro Due Mondi, Alberto Grilli, a accompagné le projet “Al-Masrah” organisé par le Al-hara Théâtre pour renforcer l’échange interculturel entre les acteurs contemporains et pour consolider le patrimoine artistique local palestinien.