Projects

Projects

2018 – ESISTE ANCORA UN MONDO MAGICO?

progetto speciale per Cotignola

Nell’Arena delle balle di paglia 2018

Venerdì 13 e giovedì 19 luglio 2018, parte l’Arena senza balle, la sera prima dell’alba della raccolta. Alle 19.30, “Esiste ancora un mondo magico?”, un racconto teatrale in bicicletta per le strade di Cotignola che termina in una casa abbandonata. Il racconto teatrale in bicicletta è uno spettacolo realizzato per l’Arena dal Teatro Due mondi e da Primola. Si parte da via Roma 34, la casa di “W Nenni e il Socialismo”, e si arriva alla casa abbandonata dei giusti d’Gigì d’Canavè, di via Peschiera.La domanda del titolo ci viene suggerita dal libro capolavoro dell’antropologo Ernesto de Martino, scritto a Cotignola 74 anni fa, e da una valigia ispirata dal romanzo di storia cotignolese “Non è mica la fine del mondo”, scritto dall’antropologo Riccardo Ciavolella. Primola Cotignola Nell’Arena delle balle di paglia #teatroduemondi #teatroduemonditournee #arenadelleballedipaglia — a Cotignola

2018 – LA TEMPESTA

racconto a più voci sulle migrazioni fra teatro, danza, poesia

progetto vincitore del Bando MigrArti-MiBACT 2018 – III edizione

Il Teatro Due Mondi (Faenza) capofila del progetto, assieme a LABORATORIO 53 Onlus (Roma) e FARSI PROSSIMO (Faenza), ha vinto il Bando MigrArti – MiBACT 2018, con LA TEMPESTA, racconto a più voci sulle migrazioni fra teatro, danza, musica e poesia.
LA TEMPESTA vuole raccontare il viaggio e i sogni che lo accompagnano, la tragedia di tanti e la poesia che si cela nell’altro.
Il progetto promuove la creazione di uno spettacolo multidisciplinare che coinvolge giovani immigrati residenti in Italia – in parte giovani di seconda generazione – che attraverso un percorso di laboratorio artistico, affiancati da attori, danzatori e artisti professionisti, daranno vita a una azione teatrale ispirata a LA TEMPESTA di Shakespeare. Si lavorerà attorno al tema del viaggio e del naufragio, un sintetico racconto sulla realtà della migrazione, l’incontro di culture, la convivenza. Lo spettacolo sarà il risultato del LABORATORIO DI TEATRO PARTECIPATO (l’esperienza di SENZA CONFINI è nata nel 2011) condotto a Faenza ogni giovedì da Alberto Grilli – regista del Teatro Due Mondi- e del laboratorio condotto a Roma da Fernando Battista, coreografo, danzamovimentoterapeuta e parte di LABORATORIO 53 (Onlus che si occupa di rifugiati e richiedenti asilo, all’interno del quale cura il progetto ANIME MIGRANTI, laboratorio tra persone migranti ed adolescenti/studenti) e conduttore di gruppi di danzamovimentoterapia partecipata a Roma. Ai due percorsi partecipano giovani e meno giovani, attori e non-attori, persone senza precedenti esperienze artistiche riunite in gruppi eterogenei (distinti per diverse appartenenze sociali, etniche, linguistiche, generazionali).

2018 – LA TEMPESTA

Azione fra terra e acqua (e Shakespeare)

TEATRO DUE MONDI Faenza,Associazione LABORATORIO 53 Roma, Associazione FARSI PROSSIMO Faenza
con il contributo di MiBACT

25 giugno ore 21.00, CASA DEL TEATRO via Oberdan 7/A, Faenza

26 giugno ore 21.00, MIC MUSEO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA, Viale Baccarini 19, Faenza

2 luglio ore 12.00, CORTILE UNIVERSITA’ ROMATRE, Via Principe Amadeo 182, Roma

3 luglio ore 19.30, MUSEO DELLE CIVILTA’, Salone d’Onore del Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, Piazza Marconi 14

4 luglio ore 18.00, GALLERIA NAZIONALE D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Cortile Kosuth, Via Gramsci 71, Roma

col sostegno di
Casa del Teatro di Faenza, Comune di Faenza, ASP – Azienda di Servizi alla Persona della Romagna Faentina, Cooperativa Zerocento Faenza, Associazione Senegalesi Insieme Faenza, MIC-Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, Museo delle Civiltà di Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Biblioteca Ernesto Valentini – Facoltà di Medicina e Psicologia – La Sapienza Università di Roma, Associazione Amici dell’Arte Moderna a Vallegiulia Roma, Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi RomaTre, Università di Tor Vergata Roma, Regione Emilia Romagna.

2018 – Workshop BORDERLESS in RAVENNA

inclusive theatre

The workshop Borderless is a space of exchange between people who want to share experiences of being a refugee. It is open to anyone who feels like shouting their joy or pain into the world, no matter if you come from far or were born here, how long you have been in the city, what language you speak or culture you live. We realize a street show instead of a traditional theatre play. Performing on the street offers a chance to the participants to encounter the community through an artistic experience.

AZIONE DI CITTADINANZA

venerdì 8 giugno alle ore 17.00, Piazza San Francesco, Ravenna.
Festival delle Culture Ravenna Edizione 2018.
Per ogni informazione più dettagliata: tel. 0544 591876 (Casa delle Culture)

Europen projects

2018/2019/2020 – MAUERSPRINGER

New forms of artistic expression and participation in European street theatre

6 Street Theater companies from 5 European countries: Cie du Hasard and Théâtre de l’Unité (France), Hortzmuga Teatroa (Spain), Theaterlabor (Germany), Dah Teatar (Serbia) and Teatro Due Mondi (Italy). Overcoming the “walls” through art. Promoting dialogue through creative and artistic experience, electing the street as a place for discussion, meeting and artistic expression. Street Theater will become the tool to create a creative and social space for cultural openness and exchange, to break down social and cultural barriers. The street becomes the place where theater intersects with other artistic languages such as photography and video. Our creative players will operate across Europe to reach new audiences. TOPICS Freedom of expression, openness to diversity, tolerance, social inclusion and solidarity, social reflection, development of a democratic and multicultural conscience, peaceful civil coexistence.
Mauerspringer 2019 Programme (Festivals, Workshops & Street Performances) ➽ 3 Street Theatre Festivals (Bilbao 8-13 May 2019, Feings 25-27 July 2019, Bielefeld 26-31 August – 1 September 2019) ➽ 1 European Festival of Street Theatre (Faenza 2-15 September 2019) ➽ 7 participatory theater workshops ➽ 6 “participated” street performances ➽ 1 nomadic workshop on street photography techniques by Jean Pierre Estournet ➽ An International Conference on street theatre
Co-funded by the Creative Europe Programme of the European Union

2017/2018 – IMEG KA2

Innovatives und multiperspektivisches Methodentool für eine multikulturelle europäsiche Gesellschaft

Aprile 2017 con proseguimento nel 2018 – KA2 PARTENARIATO STRATEGICO ERASMUS+ 

Volkshochschule, Vaterstetten (D), Teatro Due Mondi, Faenza (I), Wiener VHS, Vienna (A), Università Palermo-Dipartimento di Scienze psicologiche, pedagogiche e della formazione, Palermo (I), Evangelische Hochschule Freiburg, Friburgo (D).

Nel contesto delle politiche rivolte all’inclusione di Profughi e di gruppi marginali è necessario formare e migliorare il personale impegnato nei progetti di accoglienza. L’Europa ha bisogno di riflettere sui processi di integrazione perché è evidente che la eterogeneità culturale, etnica e religiosa rischia di essere causa di conflitti. IMEG vuole sviluppare un nuovo metodo rivolto a formatori e operatori che offra soluzioni in campo pedagogico/psicologico. Le diverse modalità di lavoro proposte dai Partners partecipanti a IMEG vengono messe in contatto, confrontate e modificate in rapporto ai differenti gruppi di destinatari e ampliate con nuovi spunti metodologici. I partecipanti dei tre paesi lavorano insieme su metodi innovativi e multidisciplinari per una società Europea Multiculturale. Il Teatro Due Mondi ha portato a questo confronto l’esperienza del laboratorio “SENZA CONFINI”.

2015 –  TEACHING INCLUSIVE THEATRE

training assignment abroad for the improvement of inclusive teaching method

  • COLONIA (D), Inklusion durch Theater, Sommerblut Festival der Multipolarkultur Blasphemische TheaterAKTION Gegen Den Geldgott.
  • PORTO (PO), Ter ou não Ter Inclusao atraves do teatro, Fimp Festival Internacional, AÇÃO Ter Ou Não Ter.
  • LISBONA (PO), Inclusao atraves do teatro, Associazione SOU, AÇÃO blasfema contra o deus dinheiro.
  • LYON (F), Le Mas en scène, Association ETRE OU AVOIR?, Action blasfematoire contre le dieu argent.

Dal 2010 TDM ha ampliato progressivamente la propria capacità di proporre, implementare e gestire progetti europei. Questa attività permette di mettere a frutto anni di rapporti internazionali intensi ma meno continuativi.
Il progetto TEACHING INCLUSIVE THEATRE ha avuto questi obiettivi:
– acquisire nuove competenze riguardo al management di percorsi formativi per adulti
– definire e mettere a punto nuove metodologie formative nell’ambito di percorsi di integrazione
– acquisire conoscenza circa la formazione non-formale in altri paesi europei
– verificare diversità e uguaglianze nell’approccio ai temi dei diritti di cittadinanza/diritti umani nel contesto di percorsi di formazione per adulti.

2014 – GIVING VOICE

Grundtvig Workshop Theatre for Literacy

In April 2014 Teatro Due Mondi organizes “GIVING VOICE”, a workshop in the frame of the European Grundtvig Programme that arises from the theatrical experience with migrants and refugees. The participants learn theater skills that facilitate linguistic literacy, but even before that foster interaction with each other and the non-verbal communication, promoting the process of social inclusion.

2013/2014 – INCONTRI

Theatre and Cinema as path of relationship between young people

INCONTRI was created as part of YOUTH IN ACTION, a European program for young people being part of YOUTH IN THE WORLD that also involves non-European countries. INCONTRI involved youngsters living conditions of social distress in an artistic training and was developed by Teatro Due Mondi along with Flavio Kactuz, professor and researcher at the University of Cinema PUC Rio de Janeiro. After several workshops in Brazil, Bolivia, France, Portugal and Italy, a large number of young people from these countries were invited to participate in th final event of the project in Faenza.

2012 – AL-MASRAH

During several weeks of stay in Palestine, Teatro Due Mondi was a partner of the European project Al-Masrah in collaboration with Al-Harah Theatre.