Projets européens

Projets européens

2019/2020/2021

Teachers of tomorrow – TOTO

Il progetto TEACHERS OF TOMORROW, Erasmus+ KA2 ( 2019-1-DE02-KA204-006116), coordinato dal Centro per l’istruzione degli adulti di Pforzheim-Enzkreis (VHS) in Germania, vede il Teatro Due Mondi di Faenza come partner assieme alla Fondazione Fazio Allmayer di Palermo, al Centro per l’istruzione degli adulti di Vienna / Simmeringin in Austria e al Politecnico di Tralee in Irlanda.
Inizio del progetto 14-10-2019
Durata totale del progetto 24 mesi
Fine del progetto 13-10-2021

plus d'informations


RIFLESSIONE, CONFRONTO E SPERIMENTAZIONE: STRUMENTI FONDAMENTALI PER ESSERE PARTE ATTIVA NEL TESSUTO SOCIALE
Nel mondo e di conseguenza nella scuola stanno avvenendo trasformazioni che richiedono agli insegnanti la consapevolezza di essere non solo registi, ma attori attivi nelle dinamiche didattico-educative al fine di un apprendimento sostenibile. Per questo è necessario riflettere sui valori, sulla globalità e sul significato che si attribuisce oggi all’istruzione e alla pedagogia e rivedere la propria scala di valori in maniera innovativa. Il progetto proposto si concentrerà sulla didattica e sulla valutazione del lavoro pedagogico svolto con insegnanti e studenti.
I RISULTATI INTELLETTUALI ATTESI:
1. Lo sviluppo di un profilo di competenze innovative per insegnanti interdisciplinari e transdisciplinari:
2. La produzione di materiali e strumenti didattici per l’insegnamento. Verranno sviluppate, sperimentate e valutate metodologie didattiche per l’apprendimento: metodi artistici, sistemici e digitali-virtuali.
3. Lo sviluppo di un curriculum il cui contenuto fa riferimento a quelle competenze che facilitano la capacità di imparare ad imparare, l’empatia, la relazione e il dialogo interculturale.
ATTIVITÀ NEI LABORATORI
Durante il periodo di realizzazione del progetto vengono proposti agli insegnanti partecipanti quattro attività di formazione della durata di cinque giorni lavorativi (febbraio 2020 in Germania, settembre 2020 a Faenza, marzo 2021 a Palermo, giugno 2021 in Irlanda).
A ogni attività saranno presenti cinque insegnanti-tutor (rappresentanti dei cinque enti promotori), cosicché partecipino in totale almeno venticinque persone. L’ultimo laboratorio sarà di supervisione e avrà la durata di tre giorni. Gli insegnanti-tutor sono responsabili di programmi e percorsi educativi presso le istituzioni partner, dove insegnano in diversi campi e discipline. L’obiettivo è mettere in pratica il curriculum di riferimento, testarlo e analizzarlo. Le esperienze vissute nei laboratori saranno poi rielaborate e proposte dagli insegnanti nelle loro realtà educative e successivamente valutate e documentate. Le documentazioni e i materiali prodotti di tutti i percorsi esperiti saranno poi scambiati tra le istituzioni partner, diventando un patrimonio comune.
Fondazione Fazio Allmayer di Palermo
Elena Mignosi è la direttrice della Fondazione Vito Fazio-Allmayer e docente presso la Facoltà di Scienze pedagogiche e psicologiche dell’Università di Palermo. Lavora come docente anche presso altre strutture e, in collaborazione con i suoi studenti, realizza approcci sistemici all’istruzione. Ha una formazione in pedagogia della danza e danzaterapia, per questo può dare il suo contributo al progetto nei contesti di insegnamento e apprendimento aperti ed artistici.
Centro per l’istruzione degli adulti Vienna/Simmering
Questa istituzione ha un’esperienza pluriennale di approcci didattici e di apprendimento innovativi per adulti. Il Centro per l’istruzione degli adulti Vienna/Simmering è attivo con progetti europei dal 2005. Dal punto di vista tematico, l’esperienza con i migranti in un contesto linguistico e interculturale sosterrà questo progetto.
Politecnico (Institute of technology) di Tralee
La responsabile per il progetto, la Dott.ssa Kristin Brogan, ha una grande esperienza nello sviluppo di materiali didattici, nel training di competenze interculturali e nel lavoro con i migranti.
Centro per l’istruzione degli adulti di Pforzheim-Enzkreis (VHS)
Il direttore dell’istituzione, Jürgen Will, ha coordinato progetti europei con la Volkshochschule di Vaterstetten fin dal 2005 o vi ha preso parte in qualità di esperto esterno. Will ha una grande preparazione nel lavoro educativo sistemico-costruttivista. In qualità di referente del DVV International, ha tenuto seminari su temi creativi e sistemici per l’Associazione sudamericana degli educatori, per il personale del settore dell’istruzione in Ecuador, Bolivia e Perù e per la Facoltà di Pedagogia dell’Università di Palermo.

moins d'informations

2018/2019/2020 – MAUERSPRINGER

New forms of artistic expression and participation in European street theatre

6 Street Theater companies from 5 European countries: Cie du Hasard and Théâtre de l’Unité (France), Hortzmuga Teatroa (Spain), Theaterlabor (Germany), Dah Teatar (Serbia) and Teatro Due Mondi (Italy). Overcoming the « walls » through art. Promoting dialogue through creative and artistic experience, electing the street as a place for discussion, meeting and artistic expression. Street Theater will become the tool to create a creative and social space for cultural openness and exchange, to break down social and cultural barriers. The street becomes the place where theater intersects with other artistic languages such as photography and video. Our creative players will operate across Europe to reach new audiences. TOPICS Freedom of expression, openness to diversity, tolerance, social inclusion and solidarity, social reflection, development of a democratic and multicultural conscience, peaceful civil coexistence.
Mauerspringer 2019 Programme (Festivals, Workshops & Street Performances) ➽ 3 Street Theatre Festivals (Bilbao 7-14 July 2019, Feings 25-27 July 2019, Bielefeld 26-31 August – 1 September 2019) ➽ 1 European Festival of Street Theatre (Faenza 3-13 September 2019) ➽ 7 participatory theater workshops ➽ 6 “participated” street performances ➽ 1 nomadic workshop on street photography techniques by Jean Pierre Estournet ➽ An International Conference on street theatre
Co-funded by the Creative Europe Programme of the European Union

MAUERSPRINGER
Forms of artistic expression and participation in street theatre

INTERNATIONAL MEETING
curated by Cristina Valenti

❗️LIVE STREAMING on YouTube Channel ‘Teatro Due Mondi’
https://www.youtube.com/user/teatroduemondi/live
Saturday 4th of April 2020 → from 15.00 to 18.00

GREETINGS
Mauro Felicori (Minister for Culture and Landscape of the Region Emilia-Romagna/Italy)
Massimo Isola (Minister for Culture and Vice Mayor of Faenza/Italy)
Manuela Rontini (Regional Councillor of the Region Emilia-Romagna/Italy)

JUMPING WALLS, TRAVELING ALONG STREETS – A DIALOGUE BETWEEN WORDS AND PICTURES
introduction by Cristina Valenti

COORDINATION
Cristina Valenti (Department of the Arts, University of Bologna/Italy)
Federica Zanetti (Department of Education Sciences, University of Bologna/Italy)

GUESTS
Alberto Grilli (Teatro Due Mondi /Italy 🇮🇹)
Danièle Marty (Cie du Hasard / France 🇫🇷)
Jacques Livchine and Hervée de Lafond (Théâtre de l’Unité / France 🇫🇷)
Raul Cancelo (Hortzmuga Teatroa / Spain 🇪🇸)
Siegmar Schröder (Theaterlabor Tor 6 / Germany 🇩🇪)
Dijana Milosevic (Dah Teatar / Serbia 🇷🇸)
Krzysztof Żwirblis (Poland 🇵🇱)

Under the patronage of
Department of the Arts, University of Bologna/ITALY
Department of Educational Sciences ‘Giovanni Maria Bertin’ – , University of Bologna/ITALY

Co-funded by the
Creative Europe program of the European Union

LIVE STREAMING on Youtube

2017/2018 – IMEG KA2

Innovatives und multiperspektivisches Methodentool für eine multikulturelle europäsiche Gesellschaft

Aprile 2017 con proseguimento nel 2018 – KA2 PARTENARIATO STRATEGICO ERASMUS+ 

Volkshochschule, Vaterstetten (D), Teatro Due Mondi, Faenza (I), Wiener VHS, Vienna (A), Università Palermo-Dipartimento di Scienze psicologiche, pedagogiche e della formazione, Palermo (I), Evangelische Hochschule Freiburg, Friburgo (D).

Nel contesto delle politiche rivolte all’inclusione di Profughi e di gruppi marginali è necessario formare e migliorare il personale impegnato nei progetti di accoglienza. L’Europa ha bisogno di riflettere sui processi di integrazione perché è evidente che la eterogeneità culturale, etnica e religiosa rischia di essere causa di conflitti. IMEG vuole sviluppare un nuovo metodo rivolto a formatori e operatori che offra soluzioni in campo pedagogico/psicologico. Le diverse modalità di lavoro proposte dai Partners partecipanti a IMEG vengono messe in contatto, confrontate e modificate in rapporto ai differenti gruppi di destinatari e ampliate con nuovi spunti metodologici. I partecipanti dei tre paesi lavorano insieme su metodi innovativi e multidisciplinari per una società Europea Multiculturale. Il Teatro Due Mondi ha portato a questo confronto l’esperienza del laboratorio “SENZA CONFINI”.

2015 –  TEACHING INCLUSIVE THEATRE

training assignment abroad for the improvement of inclusive teaching method

  • COLONIA (D), Inklusion durch Theater, Sommerblut Festival der Multipolarkultur Blasphemische TheaterAKTION Gegen Den Geldgott.
  • PORTO (PO), Ter ou não Ter Inclusao atraves do teatro, Fimp Festival Internacional, AÇÃO Ter Ou Não Ter.
  • LISBONA (PO), Inclusao atraves do teatro, Associazione SOU, AÇÃO blasfema contra o deus dinheiro.
  • LYON (F), Le Mas en scène, Association ETRE OU AVOIR?, Action blasfematoire contre le dieu argent.

Nel contesto delle politiche rivolte all’inclusione di Profughi e di gruppi marginali è necessario formare e migliorare il personale impegnato nei progetti di accoglienza. L’Europa ha bisogno di riflettere sui processi di integrazione perché è evidente che la eterogeneità culturale, etnica e religiosa rischia di essere causa di conflitti. IMEG vuole sviluppare un nuovo metodo rivolto a formatori e operatori che offra soluzioni in campo pedagogico/psicologico. Le diverse modalità di lavoro proposte dai Partners partecipanti a IMEG vengono messe in contatto, confrontate e modificate in rapporto ai differenti gruppi di destinatari e ampliate con nuovi spunti metodologici. I partecipanti dei tre paesi lavorano insieme su metodi innovativi e multidisciplinari per una società Europea Multiculturale. Il Teatro Due Mondi ha portato a questo confronto l’esperienza del laboratorio “SENZA CONFINI”.

2014 – GIVING VOICE

Atelier Grundtvig – Le Théâtre comme outil pour l’alphabétisation linguistique

Le projet INCONTRI a été créé dans le cadre du programme européen Jeunesse en Action qui prévoit aussi la participation de partenaires provenant de pays non-européens. INCONTRI a été inventé par le Teatro Due Mondi en collaboration avec Flavio Kactuz, professeur et chercheur à l’Université de Cinéma PUC de Rio de Janeiro, pour offrir la possibilité d’un parcours de formation artistique à des jeunes provenant de contextes sociaux défavorisés. Après plusieurs étapes de travail au Brésil, en Bolivie, en France, au Portugal et en Italie, un grand nombre de participants de tous ces pays est venu à Faenza pour réaliser ensemble la phase finale du projet.

2013/2014 – INCONTRI

Théâtre et Cinéma comme parcours relationnel entre les jeunes

Le projet INCONTRI a été créé dans le cadre du programme européen Jeunesse en Action qui prévoit aussi la participation de partenaires provenant de pays non-européens. INCONTRI a été inventé par le Teatro Due Mondi en collaboration avec Flavio Kactuz, professeur et chercheur à l’Université de Cinéma PUC de Rio de Janeiro, pour offrir la possibilité d’un parcours de formation artistique à des jeunes provenant de contextes sociaux défavorisés. Après plusieurs étapes de travail au Brésil, en Bolivie, en France, au Portugal et en Italie, un grand nombre de participants de tous ces pays est venu à Faenza pour réaliser ensemble la phase finale du projet.

2012 – AL-MASRAH

Pendant plusieurs semaines de séjour en Palestine, le metteur en scène du Teatro Due Mondi, Alberto Grilli, a accompagné le projet « Al-Masrah » organisé par le Al-hara Théâtre pour renforcer l’échange interculturel entre les acteurs contemporains et pour consolider le patrimoine artistique local palestinien.