Projets européens

Projets européens

2018/2019/2020 – MAUERSPRINGER

New forms of artistic expression and participation in European street theatre

6 Street Theater companies from 5 European countries: Cie du Hasard and Théâtre de l’Unité (France), Hortzmuga Teatroa (Spain), Theaterlabor (Germany), Dah Teatar (Serbia) and Teatro Due Mondi (Italy). Overcoming the “walls” through art. Promoting dialogue through creative and artistic experience, electing the street as a place for discussion, meeting and artistic expression. Street Theater will become the tool to create a creative and social space for cultural openness and exchange, to break down social and cultural barriers. The street becomes the place where theater intersects with other artistic languages such as photography and video. Our creative players will operate across Europe to reach new audiences. TOPICS Freedom of expression, openness to diversity, tolerance, social inclusion and solidarity, social reflection, development of a democratic and multicultural conscience, peaceful civil coexistence.
Mauerspringer 2019 Programme (Festivals, Workshops & Street Performances) ➽ 3 Street Theatre Festivals (Bilbao 7-14 July 2019, Feings 25-27 July 2019, Bielefeld 26-31 August – 1 September 2019) ➽ 1 European Festival of Street Theatre (Faenza 3-13 September 2019) ➽ 7 participatory theater workshops ➽ 6 “participated” street performances ➽ 1 nomadic workshop on street photography techniques by Jean Pierre Estournet ➽ An International Conference on street theatre
Co-funded by the Creative Europe Programme of the European Union

MAUERSPRINGER FESTIVAL EUROPEO DEL TEATRO DI STRADA

3 -13 settembre 2019 a Faenza e nei Comuni dell’Unione della Romagna Faentina

A Faenza, e nei comuni dell’Unione, le piazze e le strade diventano teatri a cielo aperto e senza muri, aperti a tutti. MAUERSPRINGER non è solo un Festival con un calendario di spettacoli di teatro di strada interessanti e al loro debutto in Italia, ma una occasione di incontro di artisti che intrecciano pensieri e spettatori che incrociano sguardi sull’Europa che viviamo in questi giorni, su quello che ci impedisce di vedere al di là del muro. Teatri e linguaggi diversi che si muovono in una unica direzione: stabilire un contatto vero, scaldare il cuore, liberare sogni. Saltare il muro dell’indifferenza e aprirsi al mondo perché la terra su cui poggiano i nostri piedi si riempia di orme, tracce di viaggi, cadute, sentieri in un paesaggio libero e senza confini.

IL PROGRAMMA


martedì 3 settembre

APERTURA FESTIVAL

ore 18, centro storico Faenza  Parata d’Europa* con la partecipazione del Corpo Bandistico “G.Savoi” di Palazzuolo sul Senio

ore 19, Piazza del Popolo Faenza Inaugurazione con le Autorità

ore 21, Piazza Nenni Faenza (in caso di pioggia alla Casa del Teatro Faenza) OFF THE WALL(AI PIEDI DEL MURO) Compagnie du Hasard (Feings, Francia) • Off The Wall è una commedia burlesca e musicale, senza testo. E’ un inno alla resistenza e alla vita nello stesso tempo grave, tenero e gioioso. La famiglia Rossi vive felice nella sua casa vicina al confine che separa il qua e il là. Ma il muro che rappresenta questo confine avanza e si avvicina sempre di più. Prima in fondo al giardino, quindi in mezzo alla casa, accompagnato da un doganiere che alla fine si rivela essere molto meno simpatico che all’inizio. I Rossi dovranno farsi coraggio contro la cattiva sorte, fino ad un certo punto.


mercoledì 4 settembre

ore 19, Piazza del Popolo Faenza (in caso di pioggia al Centro Fieristico Faenza) BIDAIA (IL VIAGGIO) Hortzmuga Teatroa (Bilbao, Spagna) • La vita è un lungo viaggio pieno di ostacoli che dobbiamo superare se vogliamo vivere in libertà. Siamo saltatori di muri visibili e invisibili. Ma siamo anche sassi sul cammino di altri diventando, a volte, muri di cemento. Perché i muri stanno nelle nostre menti, nei nostri pensieri e nelle nostre ambizioni. Lo spettacolo racconta la vita quotidiana, una realtà in cui mentre gli uni fuggono gli altri fanno festa, mentre tanti urlano gli altri ridono, mentre alcuni comprano gli altri si vendono; la vita è un mercato a cui tutti partecipiamo.


giovedì 5 settembre

ore 21Anfiteatro Brisighella OFF THE WALL (AI PIEDI DEL MURO) Compagnie du Hasard (Feings, Francia)


venerdì 6 settembre

ore 14.40 / 16.40 / 18.40, Stazione Ferroviaria di FaenzaAutobus linea 2 IN/VISIBLE CITY(CITTÀ IN/VISIBILE)  Dah Teatar (Belgrado, Serbia) con il laboratorio partecipato  • In/Visible City è uno spettacolo che si svolge su un autobus pubblico della città. E’ composto da racconti, brani musicali e danze che raccontano la storia di Faenza rivelando l’influenza che altri paesi hanno avuto e continuano ad avere sulla cultura e sulle usanze locali. Fa riemergere alcuni aspetti dell’identità della città dimenticati nel corso del tempo. Un breve viaggio gioioso che in maniera sorprendente aiuta a scoprire quanto la diversità all’interno di una società significhi ricchezza.

ore 21, Piazza del Popolo Faenza (in caso di pioggia al Centro Fieristico Faenza) COME CREPE NEI MURI Teatro Due Mondi (Faenza, Italia) con il laboratorio partecipato • Come crepe nei muri racconta di storie di viaggi, di uomini e donne che partono e si ritrovano ad attraversare frontiere e muri. Non c’è un luogo definito dove tutto accade, proprio perché quel che accade può essere situato in numerose parti del mondo. Il muro qualche volta è una protezione, più spesso una limitazione, o una vera e propria restrizione. Da una parte i “buoni”, dall’altra i “cattivi”, esemplificazione estrema di una lotta aperta tra ricchi e poveri, tra Paesi sviluppati e no, tra Potere e popolo: noi di qua, voi di là.


sabato 7 settembre

ore 11.10 / 16.40 / 18.40, Stazione Ferroviaria di FaenzaAutobus linea 2 IN/VISIBLE CITY(CITTÀ IN/VISIBILE)  Dah Teatar (Belgrado, Serbia) con il laboratorio partecipato

ore 21, Piazza del Popolo Faenza (in caso di pioggia alla Casa del Teatro Faenza) PLEASE LEAVE A MESSAGE (PREGO, LASCIATE UN MESSAGGIO) Divadlo Continuo (Malovice,Repubblica Ceca) • Al principio gli uomini presero coscienza della loro esistenza e rimasero terrificati. Scoprirono la loro mortalità e i limiti dell’universo. E così iniziarono a ballare e lasciarono le impronte delle loro mani sulle pareti delle caverne. Ogni giorno creiamo il mondo e lo tracciamo con ogni movimento che facciamo. Alla fine non sappiamo chi è dentro e chi è fuori, principalmente perché viviamo cercando non la verità ma solo la conferma dei nostri pregiudizi. Abitiamo una realtà in cui non ci sentiamo a casa anche se l’abbiamo così creata, e la routine quotidiana delle traiettorie che abbiamo imparato è semplicemente una conferma dei suoi confini.


domenica 8 settembre

ore 17.30, Piazza Gonzaga Solarolo COME CREPE NEI MURI* Teatro Due Mondi (Faenza, Italia) con il laboratorio partecipato

ore 21, Piazza del Popolo Faenza DOMINO Teatro Nucleo (Pontelagoscuro, Italia) • La dittatura perfetta avrà le sembianze di una democrazia, una prigione senza muri nella quale i prigionieri non sogneranno mai di fuggire ” (A. Huxley). Domino è una calzante metafora teatrale del presente che quotidianamente viviamo. I personaggi si muovono come pedine di un gioco crudele, freddi ingranaggi e funzioni di un sistema che sembra non lasciare scampo. Cuore del gioco è un misterioso meccanismo di selezione. Uniche regole della gara: vietata ogni forma di solidarietà, vietata ogni forma di ribellione e critica ai meccanismi del sistema di selezione.

Lunedì 9 settembre ore 20.30, Casa del Teatro Faenza ABITARE LE STRADE D’EUROPAincontro-lezione con Jean-Pierre Estournet (fotografo nomade, Francia)


martedì 10 settembre

ore 19, Piazza del Popolo Faenza IL MONDO CAPOVOLTO Théâtre de l’Unité (Audincourt, Francia) con il laboratorio partecipato • Come trattiamo i nostri animali domestici in Europa? Un mercato che vale miliardi di euro ce lo insegna. E così rifugiati e cittadini decidono di trasformarsi in cani nella speranza di attirare la nostra attenzione. Il gruppo francese che è attivo fin dalle origini del teatro di strada negli anni 70 crea ancora oggi spettacoli partecipati provocatori e divertenti di grande attualità. E’ con loro che il Teatro Due Mondi ha creato le Brigate Teatrali Omsa nel 2010.

ore 21, Piazza del Popolo Faenza (in caso di pioggia al Centro Fieristico Faenza) MOVING ON(ANDARE AVANTI) Theaterlabor Bielefeld (Bielefeld, Germania) • Benvenuti nella marea delle immagini del ventesimo secolo. Proiezioni di movimenti – movimenti rivoluzionari, di autonomia, di pace. Rivoluzioni dimenticate? Le immagini diventano movimenti e uomini reali che si radunano. Stanno rivendicando qualcosa – ma ché cosa? Non lo sappiamo più. O forse sì? Cosa rivendicheremmo noi? E quale rivoluzione ci muove oggi?


mercoledì 11 settembre

ore 17.00, Piazza del Popolo Faenza FIRMA LA PIAZZA!  Krzysztof Zwirblis (Varsavia, Polonia) con il laboratorio partecipato • Un’azione performativa nello spazio pubblico che, a partire da segni e gesti che esprimono condivisione e connessione tra le persone, segna la piazza. Il gruppo dei performer rappresenta la società che attraversa delle situazioni dinamiche e ritmiche, intervallate da domande e affermazioni che mettono in relazione il passato col presente, interagendo con gli spettatori e i passanti casuali della piazza.

ore 18.30, Piazza Bernardi Castel Bolognese IL MONDO CAPOVOLTOThéâtre de l’Unité (Audincourt, Francia) con il laboratorio partecipato

ore 20.30, Casa del Teatro Faenza ABITARE LE STRADE D’EUROPAincontro-lezione con Jean-Pierre Estournet (fotografo nomade, Francia)


giovedì 12 settembre 

ore 17.30, Museo Carlo Zauli Faenza FIRME installazioneKrzysztof Zwirblis (Varsavia, Polonia) con il laboratorio partecipato

ore 19, Parco Pertini Riolo Terme IL MONDO CAPOVOLTOThéâtre de l’Unité (Audincourt, Francia) con il laboratorio partecipato


venerdì 13 settembre

ore 18, Piazza Oriani Casola Valsenio  IL MONDO CAPOVOLTOThéâtre de l’Unité (Audincourt, Francia) con il laboratorio partecipato

ore 21, Casa del Teatro Faenza (in caso di pioggia al Centro Fieristico Faenza) I NOVE COMANDAMENTI Teatro Due Mondi (Faenza, Italia) • Sulla piazza della città è arrivato a predicare un Vitello d’Oro, accompagnato dai sui diavoli servitori, per annunciare i Nove Comandamenti del Dio Denaro. E pare che si diverta, quel Dio pagano, a ricordarci che l’oscenità della guerra, la volgarità della comunicazione, la falsità della politica, la mancanza di memoria e di giustizia sono il frutto della sua instancabile presenza. I diavoli, con le vesti terrene di uomini d’affari e ricchi mercanti, presentano le scene che si susseguono con feroce comicità.

a seguire Festa di fine Festival


3 – 13 settembre

mostra fotografica diffusa MAUERSPRINGER. VIAGGI IN COMPAGNIA a cura di Jean-Pierre Estournet / a Faenza: Galleria Comunale d’Arte(Voltone della Molinella 4/6), Banca Credito Cooperativo (Piazza della Libertà 14), Bottega Bertaccini (Corso Garibaldi 4), Clandestino (Viale Baccarini 21) e nei giorni di spettacolo nei Comuni dell’Unione• Ci sono quelli che vedono e quelli che guardano. Jean-Pierre Estournet è di quelli che portano uno sguardo sugli artisti che come lui hanno scelto la vita nomade e la strada. Da 30 anni questo fotografo viaggia per le strade con la sua Leica in un camper trasformato in laboratorio mobile. Ha deciso di condividere la sua arte con il giovane nigerino Abdoul Aziz Soumalia formato da lui nel corso degli anni. La sua collezione di fotografie di teatro di strada è stata archiviata alla Biblioteca Nazionale di Francia. Nell’ambito del progetto MAUERSPRINGER ha organizzato un laboratorio specialistico di fotografia di teatro di strada seguito da cinque fotografi dei quattro paesi partner (Charlotte Jäckel/Germania, Sylvie Jacquemin/Francia, Carolina Gomez/Spagna, Esther Camacho Cerezo/Spagna, Stefano Tedioli/Italia). Alcune delle loro fotografie saranno esposte alla mostra.


I LABORATORI PARTECIPATI

Quattro proposte di laboratori gratuiti (con iscrizione) aperti a tutti, attori e non-attori. Informazioni: 0546 62 29 99

Idea centrale del Festival, e del progetto Mauerspringer, è attivare percorsi di partecipazione dei cittadini che possono, a fianco degli artisti, diventare parte attiva degli spettacoli e anello di congiunzione tra le esperienze che arrivano da lontano e le comunità del territorio.

Senza Confini / laboratorio finalizzato alla partecipazione a Come crepe nei muri, spettacolo del Teatro Due Mondi a Faenza col sostegno di ASP Romagna Faentina

In/Visible City  / laboratorio finalizzato alla creazione dello spettacolo di Dah Teatar a Faenzain collaborazione con Start Romagna S.p.A.

Il mondo capovolto/ laboratorio partecipato con il Théâtre de l’Unité a Casola Valsenio e nei Comuni dell’Unione della Romagna Faentina in collaborazione con N.A. Coop. sociale

Firma la Piazza!  / laboratorio partecipato con Krzysztof Zwirblis a Faenza in collaborazione con la Fondazione Fornino Valmori e Museo Carlo Zauli


La App*

Gioca con noi a Wall Jumpers QUIZ. Scarica gratuitamente la APP WALL JUMPERS QUIZsu Apple Store e Google Play


*Eventi per la promozione della cittadinanza europea, nell’ambito del progettoMAUERSPRINGER Cittadini d’Europa, realizzato con il sostegno della Regione Emilia Romagna


Ufficio informazioni Festival: Galleria Comunale d’Arte, Voltone della Molinella / Orari: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 21 / Info: 0546 622999 / info@teatroduemondi.it / www.mauerspringer.eu


Ringraziamo

Silvano Samorì e Pichetti Fustelle per i Totem Urbani, Stefano Tedioli per le proiezioni, Abracadabra B&B Faenza, Agriturismo La Prosciutta Faenza, ASP Romagna Faentina, B&B Km 70 Castel Bolognese, Banca Credito Cooperativo Faenza, Bottega Bertaccini Faenza, Campanini Audio Luci Video Service Faenza, Clan DestinoFaenza, Erboristeria Il Quadrifoglio Castel Bolognese, Fiera di Faenza, Fondazione Fornino Valmori Fratta Terme, Fondo Riso R&B Faenza, Gemos Soc. Coop Faenza, Museo Carlo ZauliFaenza, N.A. Coop. Sociale, Start Romagna S.p.A., Taverna Cavour Faenza, TecnoelettronicaFaenza, le ragazze e i ragazzi dell’Istituto Oriani di Faenza presenti al Festival grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro

MAUERSPRINGER

Direzione artistica TEATRO DUE MONDI

Project Manager Sonia Bombardieri

Grafica Marilena Benini

Foto Stefano Tedioli

Web Caterina Sartini

Video Andrea Pedna/Video-progetti Faenza

Totem urbani Silvano Samorì

Ufficio Stampa Raffaella Ilari, Sabina Orlandi

Il programma può subire variazioni, si consiglia di consultare sempre gli aggiornamenti sul web.

2017/2018 – IMEG KA2

Innovatives und multiperspektivisches Methodentool für eine multikulturelle europäsiche Gesellschaft

Aprile 2017 con proseguimento nel 2018 – KA2 PARTENARIATO STRATEGICO ERASMUS+ 

Volkshochschule, Vaterstetten (D), Teatro Due Mondi, Faenza (I), Wiener VHS, Vienna (A), Università Palermo-Dipartimento di Scienze psicologiche, pedagogiche e della formazione, Palermo (I), Evangelische Hochschule Freiburg, Friburgo (D).

Nel contesto delle politiche rivolte all’inclusione di Profughi e di gruppi marginali è necessario formare e migliorare il personale impegnato nei progetti di accoglienza. L’Europa ha bisogno di riflettere sui processi di integrazione perché è evidente che la eterogeneità culturale, etnica e religiosa rischia di essere causa di conflitti. IMEG vuole sviluppare un nuovo metodo rivolto a formatori e operatori che offra soluzioni in campo pedagogico/psicologico. Le diverse modalità di lavoro proposte dai Partners partecipanti a IMEG vengono messe in contatto, confrontate e modificate in rapporto ai differenti gruppi di destinatari e ampliate con nuovi spunti metodologici. I partecipanti dei tre paesi lavorano insieme su metodi innovativi e multidisciplinari per una società Europea Multiculturale. Il Teatro Due Mondi ha portato a questo confronto l’esperienza del laboratorio “SENZA CONFINI”.

2015 –  TEACHING INCLUSIVE THEATRE

training assignment abroad for the improvement of inclusive teaching method

  • COLONIA (D), Inklusion durch Theater, Sommerblut Festival der Multipolarkultur Blasphemische TheaterAKTION Gegen Den Geldgott.
  • PORTO (PO), Ter ou não Ter Inclusao atraves do teatro, Fimp Festival Internacional, AÇÃO Ter Ou Não Ter.
  • LISBONA (PO), Inclusao atraves do teatro, Associazione SOU, AÇÃO blasfema contra o deus dinheiro.
  • LYON (F), Le Mas en scène, Association ETRE OU AVOIR?, Action blasfematoire contre le dieu argent.

Nel contesto delle politiche rivolte all’inclusione di Profughi e di gruppi marginali è necessario formare e migliorare il personale impegnato nei progetti di accoglienza. L’Europa ha bisogno di riflettere sui processi di integrazione perché è evidente che la eterogeneità culturale, etnica e religiosa rischia di essere causa di conflitti. IMEG vuole sviluppare un nuovo metodo rivolto a formatori e operatori che offra soluzioni in campo pedagogico/psicologico. Le diverse modalità di lavoro proposte dai Partners partecipanti a IMEG vengono messe in contatto, confrontate e modificate in rapporto ai differenti gruppi di destinatari e ampliate con nuovi spunti metodologici. I partecipanti dei tre paesi lavorano insieme su metodi innovativi e multidisciplinari per una società Europea Multiculturale. Il Teatro Due Mondi ha portato a questo confronto l’esperienza del laboratorio “SENZA CONFINI”.

2014 – GIVING VOICE

Atelier Grundtvig – Le Théâtre comme outil pour l’alphabétisation linguistique

Le projet INCONTRI a été créé dans le cadre du programme européen Jeunesse en Action qui prévoit aussi la participation de partenaires provenant de pays non-européens. INCONTRI a été inventé par le Teatro Due Mondi en collaboration avec Flavio Kactuz, professeur et chercheur à l’Université de Cinéma PUC de Rio de Janeiro, pour offrir la possibilité d’un parcours de formation artistique à des jeunes provenant de contextes sociaux défavorisés. Après plusieurs étapes de travail au Brésil, en Bolivie, en France, au Portugal et en Italie, un grand nombre de participants de tous ces pays est venu à Faenza pour réaliser ensemble la phase finale du projet.

2013/2014 – INCONTRI

Théâtre et Cinéma comme parcours relationnel entre les jeunes

Le projet INCONTRI a été créé dans le cadre du programme européen Jeunesse en Action qui prévoit aussi la participation de partenaires provenant de pays non-européens. INCONTRI a été inventé par le Teatro Due Mondi en collaboration avec Flavio Kactuz, professeur et chercheur à l’Université de Cinéma PUC de Rio de Janeiro, pour offrir la possibilité d’un parcours de formation artistique à des jeunes provenant de contextes sociaux défavorisés. Après plusieurs étapes de travail au Brésil, en Bolivie, en France, au Portugal et en Italie, un grand nombre de participants de tous ces pays est venu à Faenza pour réaliser ensemble la phase finale du projet.

2012 – AL-MASRAH

Pendant plusieurs semaines de séjour en Palestine, le metteur en scène du Teatro Due Mondi, Alberto Grilli, a accompagné le projet “Al-Masrah” organisé par le Al-hara Théâtre pour renforcer l’échange interculturel entre les acteurs contemporains et pour consolider le patrimoine artistique local palestinien.