Laboratori alla Casa

I laboratori proposti dalla Casa del Teatro per la stagione 2017/2018 UN TEATRO VICINO sono molto diversi tra loro nella forma e nel contenuto, ma tutti significativi dei temi e delle tecniche che attraversano il nostro lavoro ed i nostri interessi. Le iscrizioni sono aperte, se siete interessati scriveteci o telefonateci.

Senza confini

laboratorio di teatro partecipato per attori e non-attori

Col sostegno di ASP Romagna Faentina

Il teatro è un momento d’incontro, di relazione. A differenza delle arti come il cinema e la musica, il teatro ha la particolarità che senza la relazione diretta non esiste. Da oltre sei anni proponiamo alla città SENZA CONFINI, un laboratorio rivolto ai profughi e alla loro inclusione sociale e che nel tempo è diventato naturalmente luogo di tutti coloro, italiani e non, che vogliono attraverso il teatro dare testimonianza pubblica della possibilità di superare i pregiudizi, sconfiggere l’ignoranza, rimuovere la paura. E’ la nostra risposta alla necessità di costruzione di una accoglienza basata sulla relazione umana, sulla consapevolezza della difesa dei diritti e sulla curiosità verso altri mondi, altre culture, altre storie.

INFO: Il giovedì dalle 20.00 alle 22.00, aperto a tutti, non è prevista nessuna quota di iscrizione, e non ci sono limiti di età INIZIO: Giovedì 26 ottobre.

Se tu mi canti, mai morirò

piccolo viaggio ludico vocale-musicale

Laboratorio di voce e canto condotto da Paola Sabbatani

Niente ci appare più vicino ed allo stesso tempo più lontano della voce: estremamente duttile nell’espressione immediata delle più sottili emozioni, diventa per contro dura, rigida ed incontrollabile quando cerchiamo di utilizzarla consapevolmente, anche come uno strumento musicale. Un pregiudizio diffuso considera il canto appannaggio di pochi fortunati “nati con la voce”. In realtà è possibile per ognuno di noi trovare la propria voce, appropriarsi di un nuovo, affascinante linguaggio con l’aiuto del gruppo, del lavoro collettivo e di alcuni semplici elementi di tecnica vocale. Non sono richieste capacità particolari in campo vocale e musicale, sono sufficienti passione, volontà e voglia di conoscere.

primo modulo

durata: 8 incontri (il mercoledì dalle 21.00 alle 23.00) – primo incontro: mercoledì 18 ottobre 2017 – iscrizioni: entro il 18 ottobre 2017 – costo: 80 euro

secondo modulo

durata: 8 incontri (il mercoledì dalle 21.00 alle 23.00) – primo incontro: mercoledì 21 marzo 2018 – iscrizioni: entro il 21 marzo 2018 – costo: 80 euro

Impara l’arte

laboratorio teatrale rivolto ai giovani dai 16 ai 25 anni

Condotto da Angela Pezzi, attrice fondatrice del Teatro Due Mondi

Il laboratorio vuole essere uno strumento di studio per i giovani che vogliono avvicinarsi al mondo del Teatro, ma anche per coloro che vogliono usare l’arte teatrale per attivare potenzialità nascoste. Sarà una opportunità di incontro, un’ occasione per sviluppare la propria capacità creativa ed espressiva e per divertirsi in gruppo. IMPARA L’ARTE è rivolto a chi è curioso, a chi vuole semplicemente imparare a comunicare le proprie emozioni, a chi vuole migliorare già acquisite capacità d’attore. Gli allievi potranno inoltre seguire da vicino il percorso del Teatro Due Mondi nella produzione di progetti e spettacoli, e conoscere persone con aspirazioni affini.

Per la frequenza del laboratorio non è richiesta alcuna competenza specifica. numero massimo partecipanti: 10 – durata: 8 incontri  (il lunedì dalle 18.30 alle 20.30)- primo incontro: lunedì 29 febbraio 2018 – iscrizioni: entro il 26 gennaio 2018 – costo: 150 euro

Il teatro di ogni giorno

laboratorio di teatro partecipato rivolto a insegnanti e genitori e condotto al Teatro Due Mondi

Riproponiamo un percorso artistico e formativo che lo scorso anno – promosso da Progetto 0/6, la città come laboratorio – ha trovato riscontro e grande interesse tra insegnanti e genitori. La formula del teatro partecipato, una modalità di lavoro che riesce a far convivere esperienze, storie, generazioni differenti in un unico spazio di riflessione è una sorprendente chiave per aprire le porte a un nuovo mondo dove è possibile sentirsi parte importante e propositiva di una comunità. Il laboratorio è coordinato dall’Istituto Comprensivo “Carchidio-Strocchi” insieme agli IC Matteucci, IC Faenza Centro, IC Europa, IC San Rocco, IC Brisighella, Fondazione Marri Sant’Umiltà e scuola dell’ Infanzia A. Berti Granarolo.

Un altro sguardo

progetto teatrale per studenti Scuole Secondarie

In collaborazione con Unione della Romagna Faentina/Servizi Sociali/Politiche e Cultura di genere, Servizio Fe.n.ice., Associazione SOS Donna

Proponiamo un percorso di conoscenza che presenterà diverse modalità (laboratorio, incontro a tema, visione di spettacolo) con gli studenti delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado di Faenza incentrato sui temi della parità di genere al fine di eliminare pregiudizi, costumi, tradizioni e qualsiasi altra pratica basata su modelli stereotipati dei ruoli delle donne e degli uomini. Il progetto utilizza il linguaggio teatrale per promuovere il rispetto delle differenze, viste come portatrici di ricchezza culturale. Solo il potenziamento di un lavoro educativo nella scuola e nella società può accelerare un cambiamento culturale rivoluzionario sui diritti di piena cittadinanza di donne e uomini e diventare il motore capace di combattere non solo la drammatica violenza contro le donne, ma anche quella praticata contro chiunque, agli occhi del violento o del branco, appaia “debole” o “diverso” da sé, perciò “non meritevole di rispetto”.

Ecovortex – L’isola di plastica

progetto teatrale per studenti Scuole Primarie

Spettacolo più laboratorio pluridisciplinare curato da Nervitesi in collaborazione con Teatro Due Mondi

ECOVORTEX è un laboratorio che favorisce l’apprendimento dei problemi ecologici grazie alla sensibilizzazione di un tema come l’ambiente e gli animali, temi molto cari ai bambini della scuola primaria. Il lavoro ha come obiettivo lo sviluppo della conoscenza corporea e creativa nei bambini e ragazzi, il rinforzo il loro carattere, il rapporto tra loro, la comunicazione e l’espressione artistica ma allo stesso tempo ha l’obiettivo di creare una coscienza ambientale ed ecologica a difesa del nostro pianeta, passando attraverso la conoscenza dei danni che nel mondo l’uomo con le sue azioni di smaltimento non corretti crea.