Indoor Shows

Nei teatri, negli spazi al chiuso, la parola prende spazio, così come il canto. Raccontiamo storie e queste parlano anche di noi, di come vediamo il mondo e di come lo vorremmo.

Vedrai, vedrai

“Vedrai, Vedrai offre uno spaccato intelligente ed efficace del mondo delle donne di oggi con le voci di Tanja Horstmann, Angela Pezzi e Maria Regosa, affiatate sul palco e brillanti di fisicità. Alcune situazioni vengono offerte al pubblico per quadri (…). In scena una catasta di cassette nere di plastica che diventano tutto nello spettacolo: la montagna di rifiuti dove anche la donna viene buttata, la grata di un confessionale, le casse dove riporre i pomodori, un letto, il reparto di un’azienda, i mobili di un ufficio (…) Uno spettacolo che fa riflettere sia le donne relativamente alla loro consapevolezza e forza, sia gli uomini sul tema della parità di genere. Una vita difficile – dicono le tre donne – perché dobbiamo soffrire tanto? Non c’è un’altra via per noi? (…).” Clara Castoldi, La Provincia di Sondrio

dramaturgy Gigi Bertoni actors Tanja Horstmann, Angela Pezzi, Maria Regosa director Alberto Grilli costumes Maria Donata Papadia, Angela Pezzi, Loretta Ingannato lights Marcello D’Agostino music director Antonella Talamonti photo Stefano Tedioli video Andrea Pedna graphic design Marilena Benini

Lavoravo all’OMSA

“L’indagine da cui si snoda la rappresentazione reitera l’attenzione sul tema del lavoro, confrontandosi con un classico del teatro politico didattico di Brecht, “Santa Giovanna dei Macelli”. Con un balzo temporale Giovanna Dark, protagonista del dramma, incontra le vicende che hanno segnato la storia delle operaie dell’Omsa, portate in scena dagli attori del Teatro Due Mondi e da Angela Cavalli, ex-operaia OMSA. Dalle fabbriche della Chicago del ’29 a quelle della Faenza del 2010 sembra davvero non essere passato nemmeno un giorno (…) Canzoni popolari legate alla tradizione dei canti di lavoro e di lotta scandiscono i vari quadri della rappresentazione (…) È la dimensione musicale che organizza il discorso dei sei attori in cui alla parola, ora cantata ora declamata in racconti, dialoghi o monologhi, viene invece affidata la responsabilità di innestare riflessioni (…).” Elvira Venezia, Krapp’s Last Post

with support of Comune di Faenza, Regione Emilia Romagna, CGIL Ravenna, CGIL Emilia Romagna e Fondazione Argentina Altobelli actors Federica Belmessieri, Tanja Horstmann, Angela Pezzi, Maria Regosa, Renato Valmori e Angela Cavalli ex-operaia OMSA director Alberto Grilli musical director  Antonella Talamonti dramaturgy Gigi Bertoni photo Stefano Tedioli

Ay l’amor!

AY L’AMOR! is an amusing and poetic open-air-musical on the theme of love featuring songs from Italy’s rich southern musical tradition alongside original polyphonic pieces.
It can be performed as evening show in a public square, in a park, in a courtyard with good acoustical conditions or also in a traditional theatre.
Dramaturgically, the masks serve to enliven the characters as they present the multifaceted aspects of love: joy and sorrow, conquering and surrendering, hope and disillusion, life and death.
Vibrant background tableaus are created during the songs, choreographic actions and sketches join and separate characters that seem to have just emerged from their own wedding celebrations. The performance is full of comedy with an ironic taste alternating with intense poetic moments. 
Short texts are translated into English, interwoven with the Italian to help the public to understand, imagine, recognise and perhaps relate to the performance with their personal emotions or story.

dramaturgy Gigi Bertoni musical director and music composed by Antonella Talamonti actors Tanja Horstmann, Angela Pezzi, Maria Regosa, Renato Valmori costumes Angela Pezzi con la collaborazione di Lucia Baldini photos Stefano Tedioli graphic design Marilena Benini director Alberto Grilli